SMART PLANNING

La continua evoluzione tecnologica, la sensibilità su temi quali l’ambiente, le energie rinnovabili, l’eco sostenibilità, la bio architettura, impongono un accelerazione nel processo di integrazione tra il territorio, le amministrazioni coinvolte nella sua gestione e le nuove tecnologie, ICT, IOT, etc. Immaginare la città come una smart city significa: migliore utilizzo degli spazi pubblici; mettere in rete/connessione i servizi esistenti; valorizzare le risorse presenti sul territorio quali: risorse umane qualificate, associazioni, imprese, aziende.

Un elemento chiave del progetto, è la partecipazione attiva dei cittadini alle decisioni che vertono al miglioramento o ancora alla soluzione dei problemi che riguardano la città: è un input imprescindibile e fondamentale per la formazione della smart city; il dialogo e il confronto tra i cittadini e l’amministrazione pubblica porta ad integrare conoscenze, sapere, bisogni ed interessi comuni.

Con questa idea-progetto si propone di trasformare “la città” in una POP City, dove POP sta per “Priority Of Persons”. La sfida è pensare ad una città, in questa occasione una porzione di città, in cui le persone sono il baricentro delle azioni messe in campo; in cui sia gli hardware che i software sono pensati per soddisfare i bisogni delle persone.

I principi integrati d’insieme che hanno determinato le scelte progettuali sono: la qualità del luogo; l’ottimizzazione dell’eco bilancio associato al principio della conservazione; la riqualificazione secondo le regole di base dell’edilizia bioecologica; l’equilibrio sociale; il miglioramento dei fattori di dipendenza.

L’obiettivo è una POP City, dove POP sta per “Point of Presence”; un luogo di ingresso ad una nuova rete di informazione e servizi, tale da consentire l’accesso immediato a tutto quello che avviene attorno a noi in tempo reale. Il diffuso utilizzo di dispositivi quali smartphone e tablet, che proiettandoci ai prossimi anni sarà sempre più ampio ed utilizzato da persone di età sempre maggiore, apre scenari di interazione ancora inesplorati, il così detto IOT “Internet of Things”, che offre straordinarie opportunità.

 

Padova Soft City

Ottobre 2015

NEWS